Trail News

La playlist ideale per una mezza maratona

chiara

Io, Chiara

Quando ho iniziato a correre fin da subito ho avuto la fortuna di correre sempre in compagnia quindi i km e la fatica passavano senza problemi, quando verso luglio mi sono trovata con la preparazione della mezza maratona e soprattutto a correre sola (per le vacanze in arrivo e gli acciacchi dei compagni di corsa) ho dovuto capire come fare a superare gli ostacolo della mia testa. Ho fatto una bella cartella sulle desktop del pc e l’ho intitolata 21.0975, ogni volta che sentivo una canzone che avrebbe potuto caricarmi nel modo giusto per la corsa l’ho inserita nella cartella.

Man mano che preparavo la mezza toglievo e aggiungevo canzoni, alcune troppo tristi, altre troppo lente, certe troppo noiose, modificavo la mia cartella per modificare la mia testa durante la corsa.
Finché ho preparato la cartella perfetta e così è stato di seguito vi pubblico la mia amata musica che mi ha accompagnato nei 21.0975 km di Amsterdam :

–         Run like hell – Pink Floyd

–         Kill the dj – Green Day

–         The Miracle – U2

–         Heroes – David Bowie

–         Caramelle – Jax

–         Falling from the sky – Calexico

–         Rattle that lock – David Gilmour

–         Ripples – Genesis

–         Attenta – Negramaro

–         Candy – Paolo Nutini

–         Go – The chemical brothers

–         Rage Valley – Knife party

–         Miles from the sea – Calexico

–         Maria Salvador – Jax

–         Uno di quei giorni – Jax

–         Phantoms can’t hang – Deadmau5

–         On the Radio – Regina Spektor

–         Stolen Dance – Milky Chance

–         Summer 68 – Pink Floyd

–         Big Girl – Mika

–         Senza fare sul serio – Malika Ayane

–         One Day – Paolo Nutini

–         Sweet Sun – milky chance

–         Animals – Martin Garrix

–         Keep talking – Pink Floyd

–         Bonfire – Knife Party

–         Child in time – Deep Purple

Qualche giorno fa mi è proprio stato chiesto con criterio scelgo le canzoni, in realtà non vado a ritmo della musica, per lo meno non sempre. A Volte una musica lenta al momento giusto serve per recuperare a volte c’è un discorso sentimentale che da la carica anche quello in ogni caso non è la musica che scandisce il passo ma anche questa volta è la testa e il cuore.

playlist runner

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*