Trail News

4 Passi in Casa Nostra: Desco & Gianola come da pronostico

4 passi in casa nostraLa piemontese  dell’Atletica Alta Valtellina Elisa Desco e il lecchese dell’As Premana Mattia Gianola, come da pronostico alla 4 Passi in Casa Nostra. In una domenica fitta di appuntamenti podistici, la 10ª edizione della kermesse disegnata sui sentieri dell’Alta Valtellina ha richiamato ai nastri di partenza un centinaio  di corridori che si sono sfidati su questo tecnico e muscolare tracciato ricavato all’interno del Parco Nazionale dello Stelvio.

4 passi in casa nostra

Da affrontare vi erano 24 km e 1600 m d+ spalmati su due salite (a cui si aggiunge lo strappo iniziale) e due discese altrettanto impegnative. Una gara che, se presa sottogamba, ha anche in passato messo alle corde fior di campioni. Non proprio quattro passi, insomma, ma una vera skyrace che a inizio stagione risulta essere un banco di prova perfetto per saggiare le proprie forze. Pronti, via e Mattia Gianola ha subito imposto la legge del più forte. Nel giorno del suo 24° compleanno l’ambassador Crazy Idea ha fatto gara in solitaria e tagliato il traguardo con crono finale di 2h09’27”. Dopo una rocambolesca rimonta, seconda piazza strameritata per il capitano dell’Osa Valmadrera Stefano Butti -2h14’41”- che sotto lo striscione finish line della Montura ha preceduto il furvese del Rupe Magna Walter Trentin 2h15’45”. A seguire troviamo Stefano Rossatti, Davide Trentin, Stefano Radaelli, Adriano Ticozzelli, Andrea Sorteni, Andrea Morelli e Luigi Pomoni. Nella gara in rosa, dopo una prima fase di studio, la campionessa della scuderia Scott Elisa Desco ha rotto gli indugi e vinto per la seconda volta la gara con crono di 2h34’24”.

FOR_2336

Sul podio con lei l’instancabile Raffaella Rossi (Rupe Magna) in 2h36’38” e Monia Acquistapace (Sport Race) 2h49’14”. Bene pure Cinzia Besseghini e Michela Rinaldi.    Dietro le quinte, garanzia di qualità è stata fornita dai volontari dell’Atletica Alta Valtellina che, come ogni anno, hanno previsto diversi e ben forniti punti ristoro, oltre a un’eccellente premiazione finale. Come se non bastasse, il tifo della gente che in occasione della gara ha affolla gli alpeggi  della zona è stato un ulteriore provvidenziale  aiuto per ogni singolo concorrente.

FOR_2194

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*